Due gol dalla panchina regalano il primo posto all'Olanda

Due gol dalla panchina regalano il primo posto all'Olanda

© foto di www.imagephotoagency.it
 di Vito Aulenti Twitter:  articolo letto 1972 volte

LE FORMAZIONI - Van Gaal deve rinunciare allo squalificato Van Persie, ma, nonostante l'assenza del centravanti del Manchester United, boccia ancora una volta l'ex Milan Huntelaar, che si accomoda in panchina. In avanti, spazio al trio fantasia Sneijder-Robben-Lens, con Kuyt nell'inedita veste di esterno sinistro di un centrocampo a quattro. Dall'altra parte, Sampaoli fa rifiatare Vidal e Valdivia, e concede fiducia al giocatore del Twente Gutierrez, affiancato in attacco da Sanchez e Vargas.

NEL PRIMO TEMPO VINCE LA NOIA - Sono pochissime le emozioni che regala il match nei primi 45', in cui è il Cile a voler fare la partita, frenato però da un'Olanda accorta, prudente, che bada solo a difendere e a proporsi in avanti (sporadicamente) in contropiede. La prima vera palla-gol del match capita sulla testa di De Vrij, che, sugli sviluppi di un preciso calcio di punizione battuto da Sneijder, non riesce ad inquadrare la porta. La porta la inquadra invece Robben cinque minuti più tardi, ma Bravo è abile a distendersi e a disinnescare la rasoiata velenosa dell'olandese. La reazione cilena è tutta in un colpo di testa sballato di Gutierrez, lasciato colpevolmente libero di saltare da De Jong, nell'occasione troppo approssimativo.

NELLA RIPRESA, LA SPUNTA VAN GAAL - La ripresa comincia regalando uno spettacolo ancora peggiore di quello "ammirato" nei primi 45', con le due squadre che stentano a rendersi pericolose. La svolta avviene tra il 70' e il 76', quando Van Gaal decide di ricorrere a due sostituzioni: ad entrare sono Depay e Fer, che prendono rispettivamente il posto dell'impalpabile Lens e del non brillantissimo Sneijder. La doppia mossa dalla panchina premia subito il commissario tecnico degli Orange, che al 77' può far esplodere la propria gioia per il vantaggio messo a segno di testa da Fer, entrato in campo da qualche secondo. Allo scadere, arriva il gol della sicurezza di Depay, che sfrutta al meglio un cross basso di Robben e infila la sfera alle spalle dell'incolpevole Bravo. Finisce 2-0 per l'Olanda, che guadagna il primato in classifica e attende comodamente in poltrona l'avversario degli ottavi.