Mercoled√¨ 23 Aprile 2014                     
HOME › NON TUTTI SANNO CHE...
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
06.07.2010 12:00 di Oreste Giannetta articolo letto 3034 volte

URUGUAY-OLANDA: Cape Town ore 20:30

Due finali a testa, con la non sottile differenza che l’Uruguay le ha vinte entrambe e l’Olanda invece le ha perse. I periodi migliori delle due squadre non sono mai coincisi, però, anzi sono stati diametralmente opposti, col passaggio dalla Coppa Rimet e quella odierna come simbolico spartiacque. Dopo il 1970, infatti, l’Uruguay ha cessato di essere una potenza del calcio mondiale, mentre dall’edizione successiva l’Olanda si è affermata come nuova forza a colpi di vittime illustri. Una di quelle fu proprio la Celeste, battuta al primo turno ed eliminata dagli arancioni in un simbolico passaggio di consegne. La doppietta di Rep fu il segnale che qualcosa era cambiato e che nulla sarebbe stato come prima. L’Uruguay ha avuto la sua rivincita nel Mundialito del 1980, poi vinto, quando nella gara inaugurale si impose col medesimo punteggio di 2-0 contro gli arancioni chiamati in sostituzione dell’Inghilterra, ma era un’Olanda in piena rifondazione dopo la fine della generazione d’oro. Da allora nessun altro confronto, nemmeno in amichevole.
Per l’Uruguay sarà la quarta semifinale, la terza contro un’europea. Il bilancio è in parità, col facile successo sulla Yugoslavia nel 1930 e la sconfitta solo ai supplementari contro la grande Ungheria nel 1954. Una gara che probabilmente risultò decisiva per la successiva sconfitta in finale dei magiari, ormai spremuti. La Celeste, che salva l’onore di un Sudamerica che sembrava avere il predominio in questo torneo, si conferma l’unica in grado di arrivare in fondo a parte le due grandi storiche (e ad eccezione del Cile del 1962, “accompagnato” tra le prime quattro da aiutini in serie). Per l’Olanda tecnicamente è la seconda semifinale dopo quella del 1998, visto che negli anni Settanta si decidevano direttamente le finaliste con i gironi della seconda fase. In Francia gli arancioni cedettero ai rigori contro il Brasile ed è proprio quello dei tiri dal dischetto il pericolo da evitare. Mentre l’Uruguay ci è arrivato una sola volta, venerdì scorso contro il Ghana, l’Olanda ha una tradizione negativa, accresciuta soprattutto agli Europei, di quattro eliminazioni su cinque.


Altre notizie - Non tutti sanno che...
NON TUTTI SANNO CHE..., 23.04 10:30 - Poco più di 3 milioni di abitanti e due mondiali, oltre a tantissimi campioni sfornati nel passato e nel presente. L’Uruguay è un caso unico nel panorama mondiale, certo oscurato dalla presenza di due vicini così ingombranti come Brasile e Argentina, eppure in grado spesso...
NON TUTTI SANNO CHE..., 21.04 10:30 - Sono sempre loro, i britannici, a importare il calcio anche nell’antica Persia. La prima partita della quale si ha notizia risale al 1898, un incontro tra inglesi residenti a Esfahan e una formazione di armeni. Nel nuovo secolo cominciano a formarsi centri di attrazione in porti e raffinerie d...
NON TUTTI SANNO CHE..., 18.04 10:30 - La storia della Russia come nazionale è breve perché, a differenza dei Paesi baltici, il calcio russo non aveva espresso una selezione prima della nascita dell’Unione Sovietica. Nella Russia zarista, però, il calcio era già diventato popolare sin dalla fine dell&rsq...
NON TUTTI SANNO CHE..., 16.04 10:30 - In Camerun si inizia a giocare a calcio già intorno al 1880. Il Paese è sotto la dominazione tedesca e sono proprio i tedeschi a insegnare i primi rudimenti del gioco ai locali, che a loro volta fondano le prime squadre, tutte nella capitale Yaoundé. In quegli anni domina l&rsqu...
NON TUTTI SANNO CHE..., 14.04 10:30 - Patria dello sport nell’antichità e della sua rinascita nell’epoca moderna, con le Olimpiadi risorte ad Atene nel 1896, la Grecia ha faticato molto per diventare competitiva nel calcio, che lì come altrove ha iniziato a essere praticato sul finire dell’Ottocento. &...

METTI UNA CASSANATA IN BRASILE...

A volte, il destino fa disegni da sogno. Cose che neanche il miglior Walt Disney potrebbe immaginare. Fantasia, estro al potere. Come nel DNA di Antonio Cassano, il Peter Pan che non vuole saperne di crescere. Dai primi calci nei vicoli del...
Italia-Danimarca 3-1

PAPU GOMEZ A TM: "ARGENTINA, AL MONDIALE SINO IN FONDO. MIO FIGLIO TIFA ITALIA..."

"L'Argentina può arrivare almeno ai quarti di finale, se la giocherà fino alla fine". Così a TuttoMondiali.it Alejandro Gomez, ex attaccante del Catania e adesso al Metalist. "Per vincere il Mondiale ci sono squadre come Spagna e Germania, ma sarebbe bello vincerlo...

TANTI AUGURI A... TONINHO CEREZO

Compie 59 anni Antônio Carlos Cerezo, per tutti Toninho. Centrocampista di rara intelligenza e abilità tattica, tutte doti messe poi a frutto nella carriera di allenatore. GIOVENTÙ E PERSONALITÀ - La lunghissima carriera di Toninho Cerezo inizia a 17 anni con la maglia dell&...