VERSIONE MOBILE
tuttomondiali.it
Domenica 18 Agosto 2019                     
Le pagelle della Tunisia - Bronn, dalla gioia al dolore. Male Maaloul

Le pagelle della Tunisia - Bronn, dalla gioia al dolore. Male Maaloul

© foto di www.imagephotoagency.it
 di Fabio Tarantino Twitter:    Vedi letture

Ben Mustapha 5 - Titolare per l'infortunio di Hassen, è costretto a prendere la palla dal sacco cinque volte. Viene preso a pallonate.

Bronn 7 - Poco più di venti minuti in campo, poi esce quasi in lacrime in barella. Come in un film, passa da una grande gioia ad un grande dolore. Nel mezzo però un gol con un terzo tempo perfetto che al 18' ha riaperto temporaneamente la partita. Dal 24' Naguez 5,5 - Entra a freddo, ma comunque bene, spingendo anche in fase offensiva visto il tanto spazio a disposizione. Poi però sbaglia anche lui, soprattutto sul secondo gol di Hazard.

S. Ben Youssef 4,5 - E' nettamente in ritardo su Hazard dopo appena sei minuti, quando dovrebbe esser fresco, e causa il calcio di rigore che apre le danza. Regala anche il pallone per il 3-1 con un grave errore in fase di disimpegno, poi esce anche lui per infortunio. Disastroso. Dal 41' Benalouane 5 - Una buona chiusura su Batshuayi è l'unica cosa positiva della sua partita. Anche per lui troppi errori oggi.

Meriah 6 - E' il migliore della difesa, l'unico che si salva nonostante i quattro gol subiti. Perché senza di lui forse sarebbero stati di più. Provvidenziale anche nel salvataggio sulla linea sul tiro di Batshuayi nel finale.

Maaloul 5 - Un errore da censura sull'azione del secondo gol del Belgio, quando sbaglia un controllo banalissimo a centrocampo. Si riprende un po' nella ripresa, garantendo almeno manforte in fase offensiva.

Khaoui 6 - Prova sempre ad inserirsi, mostrando intraprendenza e mettendo in difficoltà a volte i centrali belgi. E' per questo che guadagna la sufficienza.

Skhiri 5 - Già a metà primo tempo, nel momento migliore della Tunisia, si perdono le sue tracce. Assente in mediana, benché si trovi in una zona nevralgica del campo.

Sassi 5,5 - All'esordio aveva segnato, oggi invece stecca. Fa poca densità, spesso è costretto ad inseguire gli avversari. Dal 59' Sliti 5 - Un tiro in porta ribattuto e null'altro. Se nella prima aveva fatto bene, da titolare, in questa da riserve non è utile alla causa.

Ben Youssef 5 - Comincia sulla fascia destra, poi si sposta a sinistra, ma non cambia davvero nulla: impalpabile quasi per tutto il match.

Khazri 6 - E' il giocatore più tecnico e all'inizio lo dimostra con un paio di giocate ottime. Poi scompare per un po'. In pieno recupero però trova la sua prima rete in un Mondiale: questa giornata la ricorderà.

Badri 5,5 - Spesso nel vivo dell'azione, a volte anche pericoloso ma si accende soltanto a tratti. Insomma, va a folate, e contro questo Belgio non può bastare.


Altre notizie - Ultime notizie
Altre notizie
Brasile 2014
Sudafrica 2010

SONDAGGIO

FRANCIA SUL TETTO DEL MONDO, È UN SUCCESSO MERITATO?
  
  
  

SI CHIUDE UN'AVVENTURA MONDIALE. APPUNTAMENTO A QATAR 2022

Si chiude un'avventura Mondiale. Appuntamento a Qatar 2022Il Mondiale di Russia 2018 va in soffitta. Dopo tanta attesa, la Coppa del Mondo ha visto tanto spettacolo fino al successo finale della Francia. Una vittoria meritata, quella degli uomini di Didier Deschamps, che hanno saputo superare ogni...
APP tuttomondiali.it

INGHILTERRA, MOYES BLINDA PICKFORD: "L'EVERTON È IL CLUB GIUSTO PER LUI"

Inghilterra, Moyes blinda Pickford: "L'Everton è il club giusto per lui"David Moyes, allenatore dell'Everton, ha parlato del futuro del suo portiere Jordan Pickford, numero uno anche della nazionale inglese, ai microfoni del Sun: "Penso che l'Everton sia il club giusto per lui. Parliamo...

INGHILTERRA, MOYES BLINDA PICKFORD: "L'EVERTON È IL CLUB GIUSTO PER LUI"

Inghilterra, Moyes blinda Pickford: "L'Everton è il club giusto per lui"David Moyes, allenatore dell'Everton, ha parlato del futuro del suo portiere Jordan Pickford, numero uno anche della nazionale inglese, ai microfoni del Sun: "Penso che l'Everton sia il club giusto per lui. Parliamo di una grande squadra, e gli ho...