VERSIONE MOBILE
tuttomondiali.it
Venerdì 20 Luglio 2018                     
Mascotte

L'apparizione della prima mascotte per un evento sportivo si ha nel 1966 per i mondiali di calcio svolti in Inghilterra.
Le mascotte rappresentano il paese ospitante, con un particolare riferimento ad esso. Negli ultimi mondiali la mascotte è diventata una sorta di gadget dal quale vengono presi spunti per pubblicità, giochi, fumetti, pubblicità e merchandising di ogni genere.


World Cup Willie, Inghilterra 1966
Questo leone, da sempre simbolo dell'Inghilterra, è la prima mascotte ad essere stata creata per un mondiale di calcio.
Indossa una t-shirt con raffigurata la bandiera del Regno Unito con su scritto World Cup.

 

Juanito, Messico 1970
Juanito è un bambino messicano che indossa il tipico sombrero del suo paese, con su scritto Mexico 70.

 

Tip e Tap, Germania 1974
Tip e Tap sono due ragazzi che indossano la divisa bianco e nera della nazionale tedesca (precisamente Germania dell'Ovest) con su scritto WM 74 (Weltmeisterschaft, ovvero Campionato del Mondo 1974).

 

Gauchito, Argentina 1978
Il guacho, ragazzo, argentino indossa i colori bianco e azzurri della nazionale argentina. Ha con se il tipico cappello argentino, con su scritto Argentina '78, un fazzoletto al collo e una frusta in mano.

 

Naranjito, Spagna 1982
Questa mascotte rappresenta il frutto tipico della Spagna, la naranja (l'arancia), con indosso la divisa della nazionale spagnola.

 

Pique, Messico 1986
Pique è un peperoncino, tipico della cucina messicana, con indosso un sombrero e i caratteristici baffi degli uomini messicani.

 

Ciao, Italia 1990
Il nome della mascotte dei mondiali disputati in italia è stato scelto da un sondaggio sulle schedine del Totocalcio: ha vinto il saluto italiano. Il Ciao rappresenta un calciatore stilizzato, con il corpo composto da cubi tricolore e la testa con un pallone.

 

Striker, USA 1994
Gli USA hanno scelto come mascotte un cane che indossa una t-shirt dai colori della bandiera americata con su scritto USA '94. Il nome scelto, Striker, significa attaccante.

 

Footix, Francia 1998
Footix è un galletto, uno dei simboli della Francia, dai colori rosso, bianco e blu della nazionale francese. sul petto ha scritto France '98, e il suo nome è formato da due parole (Footbal e Asterix) attraverso uno schema enigmistico denominato lucchetto. Erano stati proposti anche i nomi: Raffy, Houpi e Gallik.

 

Ato, Kaz e Nik, Corea e Giappone 2002
Creati interamente al computer e rappresentano una squadra futuristica: l'Atmoball. Ato (di colore arancione) è l'allenatore, mentre Kaz e Nik (di colore viola e blu) sono i giocatori della squadra. I loro nomi sono stati scelti con una votazione su internet e nei fastfood McDonald's di Corea e Giappone.

 

Goleo VI e Pille, Germania 2006
Goleo (gol+leo) è un leone che indossa la maglia della nazionale tedesca con il numero 06. Pille invece è una palla parlante (pille è un sostantivo tedesco per indicare il calcio).

 

Zakumi, Sudafrica 2010
Zakumi è un leopardo africano dalla criniera e i pantaloncini di colore verde, e una t-shirt bianca con su scritto South Africa 2010. Il suo nome è composto da Za (acronimo di Sudafrica in africano) e kumi (termine che indica il numero dieci in molti dialetti africani).

 

Fuleco, Brasile 2014
Fuleco è un armadillo giallo con la corazza azzurra, vestito con una t-shirt bianca con su scritto Brazil 2014 e con dei pantaloncini verdi. Il suo nome è composto da Ful ed eco in riferimento al calcio (Futebol) e all'ecologia.

 

Zabivaka, Russia 2018
Zabivaka è un lupo che calcia un pallone, vestito con una t-shirt bianca e blu con su scritto Russia 2018 e pantaloncini rossi, come la bandiera russa. La mascotte è stata scelta con un sondaggio popolare, a scelta con altri due animali, un gatto e una tigre. Il suo nome è significa "colui che segna".

 
Brasile 2014
Sudafrica 2010
QUALE SARÀ LA FINALISSIMA DI RUSSIA '18?
  
  
  
  

SI CHIUDE UN'AVVENTURA MONDIALE. APPUNTAMENTO A QATAR 2022

Si chiude un'avventura Mondiale. Appuntamento a Qatar 2022Il Mondiale di Russia 2018 va in soffitta. Dopo tanta attesa, la Coppa del Mondo ha visto tanto spettacolo fino al successo finale della Francia. Una vittoria meritata, quella degli uomini di Didier Deschamps, che hanno saputo superare ogni...
RMC Sport Network
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy