Le pagelle della Svizzera - Shaqiri ci prova, Drmic non punge

Le pagelle della Svizzera - Shaqiri ci prova, Drmic non punge

© foto di Imago/Image Sport
 di Fabio Tarantino Twitter:  articolo letto 57 volte

Sommer 6.5 - Sulla rete di Fosberg viene messo fuori causa dalla deviazione di Akanji, nel primo tempo è fenomenale in tuffo sul tiro di Berg.

Lang 5 - Sostituisce lo squalificato Lichtsteiner ma ha minori doti di spinta, e si vede. Si limita al compitino ma soffre l'imprevedibilità di Forsberg. Nel finale rosso per fallo da ultimo uomo su Olsson.

Akanji 5.5 - Vita dura contro i forti (soprattutto fisicamente) attaccante della Svezia. Sfortunato in occasione della deviazione sul tiro di Forsberg.

Djourou 6 - Ingaggia un interessante duello personale con Berg, dal quale esce spesso vincitore. Qualche errore in impostazione ma rimedia con personalità e fisico.

Rodriguez 5.5 - Gioca come centrocampista aggiunto, spinge tanto sulla sinistra ma non manca qualche errore al momento dei cross al centro dell'area.

Behrami 5.5 - Ringhia su Forsberg, che rincorre a tutto campo. Nella ripresa, dopo il giallo, è costretto a "frenarsi" e la sua squadra ne risente.

Xhaka 5.5 - A lui, come sempre, è affidata la costruzione della manovra. Alterna diversi spunti a qualche imprecisione, con leggera sofferenza per la differente fisicità con gli avversari.

Shaqiri 6 - Molto propositivo sin dai primi minuti, gioca a tutto campo e prova ad innescare le punte: ci riesce solo in parte, con gli attaccanti che quasi mai riescono a sfruttare i suoi assist tesi.

Dzemaili 6 - S'inserisce spesso alle spalle di Drmic, sfiora il gol con un bel destro ed esce dopo il gol subito. Dal 71' Seferovic 6 - Una sola chance, nei minuti di recupero: bel colpo di testa, parato dal portiere.

Zuber 6 - Propositivo sulla corsia mancina, scambia spesso palla con Dzemaili e la posizione con Shaqiri. Cala nel finale, prima di uscire. Dal 71' Embolo 6.5 - Entra bene in partita, venti minuti d'intensità e un paio di chance.

Drmic 5 - Non sfrutta i cross di Shaqiri, spesso isolato, prova a farsi valere ma non riesce quasi mai ad entrare nel match.