<i>Le magnifiche 8</i> - Inghilterra: Southgate, uomo giusto al posto giusto

Le magnifiche 8 - Inghilterra: Southgate, uomo giusto al posto giusto

© foto di Imago/Image Sport
 di Redazione Tuttomondiali.it articolo letto 33 volte

L'Inghilterra la sua storia l'ha in parte già cambiata, vincendo una sfida ai calci di rigore dopo tempo immemore e tornando a sognare quella Coppa del Mondo - contestata - che manca dal 1966. Cinquantadue anni sono passati, ma la vera novità è la ventata di calcio nuovo portata da Southgate e voluta fortemente dalla federazione dei Three Lions dopo i recenti insuccessi. Il disastro Allardyce, il cui regno è durato una manciata di giorni, ha accelerato questo processo che coinvolge tutte le nazionali giovanili e non solo. Da ct dell'Under 21 Southgate ha preso la guida della nazionale maggiore e ha a disposizione, caso unico al Mondiale, una rosa di giocatori interamente proveniente dal campionato locale. Contro la Svezia, nei quarti, la possibilità adesso di continuare verso l'agognata finale. 

IL CAMMINO A RUSSIA 2018
Gruppo G
Tunisia-Inghilterra 1-2
Inghilterra-Panama 6-1
Inghilterra-Belgio 0-1
La classifica del Gruppo D
Belgio 9
Inghilterra 6
Tunisia 3
Panama 0
Ottavi di finale
Colombia-Inghilterra 1-1 (3-4)

IL MIGLIORE
Molti in Inghilterra lo hanno soprannominato Principe Harry. Due gol decisivi da opportunista dell'area contro la Tunisia, due rigori e un gol fortunoso contro Panama, poi un po' di riposo. Harry Kane, così come del resto ci si aspettava alla viglia del Mondiale, è la stella della Nazionale di Southgate. Dopo la stagione da record con la maglia del Tottenham, l'attaccante ha trovato la consacrazione internazionale che finora gli era mancata. Ancor prima della fine di Russia 2018.

 

PUNTI DI FORZA E PUNTI DEBOLI
Tra i punti forti, innanzi tutto, il portiere: dagli ormai cronici problemi tra i pali, l'Inghilterra è passata a Jordan Pickford. Autentico protagonista del Mondiale nell'ultimo ottavo di finale contro la Colombia, e sicuro numeo uno inglese per i prossimi anni. Complici i miglioramenti adottati da Southgate in fase difensiva, la Nazionale inglese sembra in questo momento aver trovato il giusto equilibrio. Contro la Svezia, il compito sarà quello di evitare di farsi condizionare dalle pressioni di una Nazionale che il più delle volte ha portato a passi falsi decisivi nelle competizioni internazionali.

LA FORMAZIONE
(3-5-2): Pickford; Walker, Stones, Maguire; Young, Lingard, Henderson, Dele Alli, Trippier; Sterling, Kane.